Ritorna alla Prima Pagina

La nostra storia...

La Cascina Pozzo 

 

La Cascina Pozzo fu fondata nel 1835 per volere di Don Stefano Torchio su un precedente edificio settecentesco.

Probabilmente prima della cascina fu costruito il pozzo attorno alla sorgente, che rappresentava il principale dei quattro che si trovavano in paese.  Intorno al 1830 iniziava anche a comparire la “Cassina” di proprietà dell’arciprete, mentre rimanevano comunali il pozzo e la fontana situata di fronte alla casa detta del “Briquet”. Con un atto del 1841 anche questi ultimi divennero di proprietà dell’arcipretura ma con la possibilità di passaggio e di raccolta dell’acqua da parte degli abitanti di Celle. Divenne poi bene parrocchiale insieme ad altri terreni e cascine, elencati nel catasto del beneficio parrocchiale di Celle del 1920.

La cascina venne poi abbandonata e riacquistata diverse volte: ci fu una stalla, un allevamento avicolo e per l’ultima volta venne comprata definitivamente dalla famiglia Povero.

Il cascinale si presentava in totale stato di rovina, fu ristrutturato mantenendo le caratteristiche preesistenti e ampliato senza modificarne l’aspetto originale.

Cascina Pozzo è ora la sede di un’importante Cereria che riassume e porta avanti la produzione di candele di Asti: un tempo la Cereria Fungo e poi la Cereria Fracchia.

Sul finire dell’800 vi era una sola cereria in Asti, quella di Solaro Carlo , successivamente condotta dal figlio Giuseppe, mentre dai primi del ‘900 in poi iniziò anche la produzione di cera Pietro Fungo, in via Varrone. Questa cereria venne acquistata nel 1902 dai Fracchia che trasportarono la sede in Via Morelli. La cereria chiuse nel 1998. Da gennaio 1999 i macchinari antichi sono stati trasportati a Celle Enomondo, rimessi in funzione ed adattati da Andrea Povero, oggi titolare della Cereria Asticera Creazione Forme Artistiche. Con il passare degli anni la cereria è diventata non solo fabbrica di articoli religiosi (specializzata in ceroni liturgici da Chiesa) ma anche di candele d’altro genere, d’arredamento, da esterno, articoli da regalo etc…

       

Lentamente, l’area che prima era adibita a stalla è stata riadattata a zona espositiva, mantenendo, comunque, le antiche volte dei soffitti, il camino e gli elementi tipici della cascina rurale.

Restano sempre l’antico pozzo, usato oggi per il funzionamento dei macchinari, tutti meccanici e per i sistemi di raffreddamento, e l’antica fontana del “Briquet”.

Dal 2005 la Cereria ha abbandonato l'uso delle caldaie a vapore e a gas a favore di una caldaia alimentata con materiale biocompatibile (pellets, mais, nocciolino, vinaccioli): un'energia rinnovabile a tutto vantaggio della salute e dell'ambiente. In questo modo l'impatto ambientale della produzione è stato azzerato e la Cereria produce senza inquinare.           


Documentazione tratta da ricerca universitaria a cura della Dott.ssa Zanutto con ricostruzione storica presso l'archivio comunale di Celle Enomondo.


Sito realizzato e gestito da Cereria AstiCera Creazione Forme Artistiche

Strada Pozzo n° 5 - 14010 - Celle Enomondo d' Asti

Telefono e WhatsApp 333.1330782 - e-mail: info@asticera.it

www.asticera.it

Se volete farci una visita guardate la strada e gli orari in questa pagina:

Orario e come Arrivare

Partita Iva 01215550052